logo

Strategia di web marketing: parti dalla ricetta!

19/07/2019
Luca Volpi
0 comments

La strategia non è un elemento che si aggiunge agli altri per migliorarli, quasi fosse lo zucchero a velo da mettere sulla torta già preparata. La strategia è la ricetta per ottenere la torta, ossia è il modo con cui bisogna approcciarsi ad ogni progetto, in ogni ambito.

In un ambito in particolare è oggi necessaria la strategia: il web marketing.

Il problema del mondo web è che, essendo creato per l’utilizzo degli utenti più diversi, mette a disposizione strumenti che tutti sono in grado di usare, ma se non si utilizza un approccio strategico, si rischia di essere sommersi dall’enorme quantità di possibilità che si hanno a disposizione, senza sapere bene cosa farsene.

Volendo, chiunque potrebbe gestire una pagina Facebook, e in molti potrebbero creare anche il loro sito web (attraverso una piattaforma come WordPress, ad esempio), ma anche senza tener conto di tutti i problemi di gestione, grafica e programmazione, una volta ottenuta la pagina web o social, si saprebbe davvero come utilizzarla?

Ogni azione dovrebbe realizzare obiettivi ben precisi, sia immediati che generali.

Quindi ad esempio un post su Facebook dovrebbe spingere a far atterrare l’utente sulla landing page già preparata, ma dovrebbe inserirsi anche all’interno di un piano di comunicazione più ampio, che ha lo scopo di intrattenere chi ci segue e fidelizzarlo al nostro brand.

Quando uno si accorge di essere disperso nelle possibilità del web, cerca di risolvere i suoi problemi correggendo di volta in volta quello che ha a disposizione.

Ma il fatto è questo: per quanti miglioramenti si possano fare, il problema resta alla radice. Come abbiamo già detto prima, la strategia è un approccio.

Se voglio ottenere una torta di mele ma non ne ho mai fatta una e mi esce una meringata, dopo potrò metterci sopra tutte le mele che voglio, ma non sarà mai una torta di mele!

La strategia è la ricetta, ma non solo: è anche capire qual è la torta che ho bisogno di preparare.

L’esempio di Alan Turing

Sui nostri social abbiamo da poco parlato di Alan Turing, una delle menti più geniali del ventesimo secolo, a cui è stato dedicato il film The imitation game.

Cosa ci può insegnare la sua storia sulla strategia?

Turing contribuì a decifrare il sistema di crittografia tedesco durante la seconda guerra mondiale, Enigma.

Già prima di lui dei ricercatori polacchi erano riusciti a trovare un metodo di decifrazione, ma era approssimativo e lento, e ai tedeschi bastò cambiare di poco il loro sistema per annullare il lavoro dei loro nemici.

Le ricerche elaborate dai polacchi furono passate a Turing, che inizialmente potenziò il loro sistema, senza ottenere però risultati soddisfacenti.

Solo in seguito modificò il sistema: partì sempre dai risultati ottenuti dai polacchi, ma cambiò approccio, trovando un nuovo metodo di decifrazione molto più veloce ed efficace, che contribuì moltissimo alla vittoria degli alleati nella seconda guerra mondiale.

La ricetta della strategia di web marketing

Per impostare una strategia di web marketing non possono mancare alcuni elementi, che possiamo riprendere dal nostro quadrifoglio della strategia, di cui abbiamo parlato qualche articolo fa:

  • Oltre la prima idea
  • Processi
  • Dettagli

Come insegna anche Alan Turing, bisogna sempre andare oltre la prima idea.

Questo non significa che la prima idea sia da buttare, anzi: andare oltre la prima idea significa prendere il meglio di ciò che si aveva già e partire da lì per costruire qualcosa di nuovo.

Per questo un sito web già esistente, anche se da rifare perché non pensato in maniera strategica, può essere comunque una risorsa molto utile, perché mostra cosa c’è da correggere, quali sono le necessità dell’azienda dal punto di vista della comunicazione e dell’interfaccia, ecc. ecc.

I processi sono fondamentali per la creazione di una strategia di web marketing, sia nella progettazione di un sito, che nel percorso che viene fatto fare all’utente.

Dopo essersi chiesti cosa serve per il sito, bisogna attuare i processi più adatti per ottenere il risultato migliore. Qual è il modo per costruire una landing page che risponda ai miei interessi? Qual è l’approccio alla creazione dei contenuti? Di cosa parlo nel mio blog? E come costruisco i miei articoli?

Il processo è anche quello che idealmente segue il mio utente: cosa devo fare per farlo muovere dal risultato nella ricerca su Google fino al momento in cui mi lascia il suo contatto? quali sono i percorsi che devo impostare per fargli fare ciò che mi interessa?

Infine, strettamente collegata a questo, c’è l’attenzione ai dettagli.

A volte si è talmente concentrati nella costruzione del sito, della sua riuscita grafica originale, che ci si dimentica una cosa: il sito deve essere pensato per l’utente!

Oltre alla strategia e alla bellezza, deve esserci anche la funzionalità.

Conta dunque tanto l’interfaccia del cliente quanto la sua esperienza sul sito, che deve intrattenere rimanendo comunque intuitivo.

Ricorda anche l’importanza dell’interfaccia da mobile, che spesso viene sottovalutata o addirittura ignorata, quando invece l’uso di internet da mobile è in costante aumento da molti anni.

Ma i dettagli sono anche quei piccoli segni grafici, quelle frasi, che esprimono anche sul tuo sito l’identità del tuo brand.

 

Vuoi trovare la ricetta giusta per la tua strategia di web marketing? Scrivici qui.

About the author
Luca Volpi
Lascia un commento
Commenti utenti...

Potrebbero interessarti anche
Immagine anteprima post
02/03/2018
Enzo Volpi
0 comments
Immagine anteprima post
17/11/2017
Claudia Prosperi
0 comments
Intrattieni ed emoziona i tuoi clienti Con la giusta strategia di marketing e comunicazione