logo

Cioccolato e strategia di social marketing

02/08/2019
Luca Volpi
0 comments

Qualche mese fa abbiamo pubblicato un articolo che parlava di social media marketing e di cioccolatai. Te lo ricordi?

Faceva un paragone tra il modo in cui un’azienda può stare sui social e quello con cui tre cioccolatai inventati esponevano i loro prodotti ad un mercatino.

Oggi voglio riprendere quella storiella, e in particolare l’esempio del secondo cioccolataio. Ecco che cosa avevo scritto di lui:

“Il secondo commette invece l’errore opposto, e il più frequente sui social: continuare a bombardare di informazioni il cliente, senza avere obiettivi da raggiungere, senza crearsi un proprio stile, senza una strategia.”

Come abbiamo detto, anche se può forse sembrare controintuitivo, è molto meglio fare una comunicazione più ristretta, ma più precisa, anziché dire mille cose per cercare di attirare più persone possibili.

Ma in che modo, concretamente, si può trasporre questo atteggiamento nei social media?

Te ne parlo oggi, mostrandoti i principali punti da seguire per impostare una strategia di social media marketing efficace.

1. Studiare la situazione attuale

Prima di partire per qualche parte bisogna sapere dove ci si trova.

Se si è già in possesso di un profilo social dell’azienda, bisogna studiarlo, per capire in che modo finora si è condotta la propria comunicazione, e trovare cosa funziona e cosa no.

Ma fermarsi a sé stessi non basta. Un altro aspetto chiave è lo studio dei competitor (come abbiamo detto nell'articolo su Alessandro Magno).

In che modo parlano? Dicono le stesse cose che dico io, nello stesso modo? Come posso differenziarmi da loro? Cosa posso imparare dalla loro comunicazione?

Buona parte della strategia sta nel conoscere il nemico.

2. Trovare il target di riferimento

Come abbiamo detto, è importante costruire una comunicazione precisa e specifica.

Non ha senso dire se un messaggio va bene o no se prima non si sa a chi è rivolto.

Se non so a chi mi sto rivolgendo, posso finire per parlare di qualcosa che al destinatario non interessa, oppure, posso parlargli di qualcosa che gli interessa, ma in un modo che non è adatto a lui.

È lo stesso principio che ti fa usare un linguaggio diverso quando sei con i tuoi amici rispetto a quando sei in situazioni più formali.

A seconda di chi ti rivolgi, il messaggio deve variare. Per questo è così importante tracciare un profilo del nostro cliente ideale.

3. Social value proposition

Ora è giunto il momento di impostare il messaggio in modo che esprima un’idea differenziante rispetto alla comunicazione dei competitor.

Come posso farlo?

Basandosi sui valori aziendali. I valori, lo ripeteremo sempre, sono il nucleo di un’azienda, da cui sgorgano le sue motivazioni, il suo stile e modo di fare, le sue promesse e la sua missione.

Successivamente, si troverà la propria social value proposition. Che cos’è?

È la risposta a questa domanda:
per quale motivo le persone dovrebbero essere interessate ad interagire con il mio brand sui canali social?

Perché dovrei seguirti? Perché dovrei entrare a far parte della tua community? Che cosa mi dai (a livello di brand, di sensazioni, di comunicazione) che altri non hanno?

Queste sono le domande da cui partire per definire la propria idea differenziante.

4. Calendario editoriale

Adesso è il momento di definire le mosse da prendere.

Innanzitutto bisogna scegliere su quali social si vuole essere, e quindi differenziare la strategia in base alla piattaforma su cui si andranno a condividere i contenuti. Banalmente, su Instagram la comunicazione è data dalle immagini, ed è molto più veloce rispetto a quella di Facebook.

La difficoltà sta nel creare uno stile riconoscibile e dei messaggi coerenti anche se si usano media differenti, e portano a creare tipi di messaggi diversi.

C’è poi da decidere quando (giorno e ora) pubblicare i contenuti, e cosa pubblicare: video, post, foto, testimonianze, ricerche esterne, sondaggi…?

È possibile scegliere solo facendo riferimento agli insight della pagina e continuando a tenerli monitorati per vedere cosa bisogna migliorare e cosa bisogna scartare.

5. Cura dello stile

Lo stile è il brand, è quel profumo che non è direttamente riconducibile a un determinato elemento della comunicazione, ma si fa sentire in ogni messaggio.

Questo non significa ovviamente che il brand sia totalmente astratto, e che appaia come per magia solo con alcune azienda fortunate.

Il brand è il frutto delle scelte comunicative: più si riuscirà a creare uno stile riconoscibile, più il brand sarà potente.

Lo stile deve essere lo stesso per le immagini e per i testi, per i video e per la grafica. Sfruttare le diverse caratteristiche di questi media per trasmettere uno stesso stile, cioè modo di fare, è l’obiettivo di ogni buona comunicazione.

E per farlo è indubbiamente necessaria l’attenzione ai dettagli (ne avevamo parlato nell’articolo sul quadrifoglio della strategia): se ci sono dei format di pubblicazione di contenuti predefiniti, bisognerà scegliere i colori, il font e l’organizzazione grafica in base alle caratteristiche distintive del brand.

Non posso adottare una comunicazione accomodante e pacata e poi usare colori accesi e una grafica aggressiva (a meno che non sia un effetto voluto, anche se ovviamente può essere molto rischioso).

A proposito di cioccolatai…

Questa settimana sui nostri profili social parliamo di Michele Ferrero e della sua azienda, uno dei brand più conosciuti e apprezzati al mondo.

Il successo di quest’azienda, oltre che dal gusto inimitabile dei suoi prodotti, è dato anche (se non soprattutto) dalla sua strategia.

Un esempio fra tanti: l’importanza che Michele Ferrero dava al cliente ideale era tale che la consumatrice tipo dell’azienda aveva anche un nome: Valeria. Per questo una frase tipica di Ferrero era: “deve piacere alla Valeria”.

Segui i nostri profili social per altre curiosità di questo tipo; se invece vuoi una strategia personalizzata per il tuo social media marketing, contattaci.

About the author
Luca Volpi
Lascia un commento
Commenti utenti...

Potrebbero interessarti anche
Immagine anteprima post
10/10/2017
Claudia Prosperi
0 comments
Immagine anteprima post
30/06/2017
Enzo Volpi
0 comments
Intrattieni ed emoziona i tuoi clienti Con la giusta strategia di marketing e comunicazione